Testata per la stampa

Prescrizione di farmaci in gravidanza

Le fonti di informazione

I foglietti informativi dei farmaci
Le informazioni comunemente contenute nei foglietti illustrativi che corredano le confezioni dei farmaci sono in massima parte di scarsa utilità per i professionisti.

I libri
I libri sono una fonte potenzialmente esaustiva e a portata di mano, ma richiedono spesso molto tempo per essere preparati e pubblicati e, quindi, possono contenere informazioni incomplete o datate e non possono essere facilmente aggiornati. Inoltre, i libri vengono molto raramente sottoposti a una revisione fra pari e, come risultato, possono contenere errori o riflettere opinioni personali piuttosto che rigorose valutazioni di prove di efficacia [1].

 

Le riviste biomediche
L'accesso diretto dei professionisti alle fonti, attraverso la revisione della letteratura, è un processo che richiede tempo, denaro e probabilmente competenze nella ricerca e nella valutazione critica dell'informazione.

 

Internet
La rete è una fonte di informazione facilmente accessibile per il clinico. La criticità legata alla consultazione della rete discende principalmente dalla difficoltà a identificare la fonte informativa utile e dalla difficoltà a valutarne la qualità. I siti che proponiamo sono:

 

Servizi di informazione teratologica (TIS)
Nei servizi di consulenza, sorti in diversi paesi per rispondere alla richiesta di informazioni, operano équipes multidisciplinari in grado di accedere a tutte le fonti rilevanti di dati. A questi servizi, che operano prevalentemente sul modello domanda/risposta e possono essere interpellati per telefono, possono in genere rivolgersi sia i professionisti che le donne [3].

Esiste una rete europea di TIS [4]; in Italia, i servizi ai quali è possibile rivolgersi per ottenere informazioni specifiche sulla assunzione di farmaci in gravidanza e durante l'allattamento al seno sono:

 
 

Bibliografia

1. Einarson TR. Evaluating the effects of drugs in pregnancy. In: Koren G ed. Maternal-fetal toxicology. Third ed. New York, NY: Marcel Dekker Inc; 2001. pag 797-806
2. Ministero della salute. Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA). Farmaci e gravidanza. La valutazione del rischio teratogeno basata su prove di efficacia. Roma: AIFA; 2005
3. Addis A, Bonati M, Schűler L, Moretti ME, Koren G. Teratogen information services around the world. In: Koren G ed. Maternal-fetal toxicology. Third ed. New York, NY: Marcel Dekker Inc; 2001. pag 733-45
4. Clementi M, Di Gianantonio E, Ornoy A. Teratology information services in Europe and their contribution to the prevention of congenital anomalies. Community Genet 2002;5:8-12 [Medline]

 
 
Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito