1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
 

Menu

Menu

Contenuto della pagina Versione stampabile della pagina

Epatite C

I soggetti a rischio

  • uso di droghe iniettabili (anche un solo episodio)
  • pazienti sottoposti ad emodialisi
  • pazienti con alt (GPT) persistentemente elevata
  • soggetti trasfusi con concentrati di fattori della coagulazione prima del 1990 (*)
  • soggetti trasfusi con componenti del sangue o trapiantati con organi solidi prima del 1990 (*)
  • soggetti trasfusi con componenti del sangue o trapiantati con organi solidi provenienti da donatori HCV positivi
  • soggetti esposti a notevole quantità di sangue di individui HCV positivi o di individui ad alto rischio di essere HCV positivi
  • detenuti ospitati nei penitenziari
  • nati da madri HCV positive
  • soggetti HIV positivi
  • soggetti che hanno tatuaggi, soprattutto se eseguiti in carcere
  • partners sessuali di soggetti HCV positivi (**)
 

(*) La normativa italiana è compresa nel Decreto Ministeriale 21 Luglio 1990. Misure dirette ad escludere il rischio di infezioni epatitiche da trasfusioni di sangue.

(**) Questa raccomandazione, che non compare nella linea guida della Società degli ostetrici e ginecologi del Canada, è compresa in Clinical Effectiveness Group (Association for Genitourinary Medicine and the Medical Society for the Study of Venereal Diseases) National guideline for the management of the viral hepatitides A, B, and C: Introduction e Guideline.



Data di pubblicazione: 11/12/2008

 
 
  1. SaperiDoc
Direzione generale cura della persona, salute e welfare
Via Aldo Moro 21, Bologna