1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Pagina iniziale Servizio Sanitario Regionale dell'Emilia-Romagna Vai al sito del Servizio Sanitario Regionale dell'Emilia-Romagna
SaPeRiDoc - Centro di DOCumentazione per la SAlute PErinatale e RIproduttiva

Menu di sezione

Contenuto della pagina

Versione stampabile della pagina

HIV

Fino a non molto tempo fa, per le ridotte prospettive di vita e l'alto tasso di trasmissione materno-fetale (15-30%), la maggior parte delle coppie affette da HIV non prendeva in considerazione la possibilità di una gravidanza.

Questa situazione è mutata in seguito a due importanti progressi: 1) l'introduzione di terapie più efficaci che hanno drasticamente ridotto il tasso di progressione della malattia e aumentato la sopravvivenza delle persone infette e 2) l'adozione di una serie di interventi durante la gravidanza che si sono dimostrati efficaci nel ridurre la trasmissione materno-fetale a meno del 2%.

 
 

Per i professionisti

Il test di screening e gli esami di laboratorio per il monitoraggio della malattia

Quando e con che probabilità si trasmette l'infezione da HIV dalla madre al feto o al neonato?

Quali sono i benefici e i rischi legati alla terapia in gravidanza?

Quali sono gli interventi efficaci per ridurre il rischio di trasmissione materno-fetale nella donna gravida HIV-positiva?