1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
 

Menu

Menu

Contenuto della pagina Versione stampabile della pagina

Interazioni con altri farmaci

Effetti dei contraccettivi ormonali su altri farmaci

 

I contraccettivi ormonali possono diminuire la concentrazione ematica dei seguenti farmaci e avere effetti clinicamente rilevanti sulla patologia di base:

  • antiepilettici, in particolare lamotrigina, con rischio aumentato di convulsioni. C'è inoltre un rischio di accumulo del farmaco nella settimana di sospensione del contraccettivo con possibili effetti tossici;
  • modulatori dei recettori progestinici, tra i quali ulipristal acetato. Ci sono dati a supporto di un ridotto effetto della contraccezione di emergenza in caso di avvio precoce della contraccezione ormonale dopo assunzione di ulipristil acetato.
 

Oltre a questi, viene suggerito [1] il monitoraggio clinico anche in caso di assunzione di antiipertensivi, antidiabetici, ansiolitici, ipnotici e ormoni tiroidei dal momento che i contraccettivi ormonali possono agire riducendo il loro effetto. Oltre al monitoraggio clinico può essere opportuno dosare i livelli ematici del farmaco quando si inizia, si cambia o si sospende la contraccezione ormonale.

I contraccettivi ormonali posso altresì aumentare  la concentrazione ematica di alcuni principi attivi, con effetti clinicamente rilevanti, in particolare per:

  • dopaminergici
  • melatonina
 

Viene suggerito monitoraggio clinico anche in caso di assunzione di:

  • antimicotici
  • ansiolitici
  • broncodilatatori
  • miorilassanti
  • diuretici a risparmio di potassio e antagonisti aldosteronici
  • retinoidi e triptani
 

Bibliografia

1. FSRH. Clinical Guidance: Drug Interactions with Hormonal Contraception. January 2018. [Testo integrale]



Data di pubblicazione: 11/12/2008

 
 
  1. SaperiDoc
Direzione generale cura della persona, salute e welfare
Via Aldo Moro 21, Bologna