Testata per la stampa

Le procedure sanitarie per IVG

 

Le linee guida esaminano come articolare un'assistenza completa alla donna che richiede l'interruzione volontaria di gravidanza (IVG).
Le indicazioni per la preparazione cervicale nella tecnica chirurgica per IVG sono state precisate.
L'applicazione di tecniche analgesiche negli interventi eseguiti in anestesia locale resta un campo solo parzialmente esplorato. L'insoddisfacente analgesia ottenuta con blocco paracervicale e l'esperienza del dolore, frequentemente descritto dalle pazienti, contrastano con l'esortazione di molte istituzioni sanitarie a sostituire gli interventi in anestesia generale con quelli in anestesia locale.
Le linee guida concordano nel suggerire l'adozione precoce di forme di contraccezione efficaci dopo l'interruzione volontaria di gravidanza. La contraccezione ormonale dal giorno successivo all'intervento o la precoce applicazione dello IUD sono considerate efficaci e sicure.

 

Per i professionisti

Linee guida sull'IVG.

linee guida e un documento della Organizzazione mondiale della sanitÓ prendono in esame l'assistenza alla donna che richiede l'interruzione volontaria di gravidanza

 
L'assistenza farmacologica all'intervento.

La prevenzione delle infezioni, la preparazione cervicale, il controllo del dolore

 
L'assistenza postaborto.

Non Ŕ giustificato rinviare l'inizio della contraccezione dopo IVG, in mancanza di complicanze, ma conviene intervenire prima del ritorno alla fertilitÓ, che normalmente avviene entro 2-3 settimane dall'intervento

 
 
Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito