Testata per la stampa

Sindrome dell'ovaio policistico

La sindrome dell'ovaio policistico (PCOS) è un disordine endocrino caratterizzato da anovulazione ed iperandrogenismo, coinvolge il 5-10% della popolazione femminile in età riproduttiva e rappresenta una delle più comuni cause di infertilità nella donna. L'insulino-resistenza e l'iperinsulinemia compensatoria sono caratteristiche importanti di questa sindrome e sembrano rivestire un ruolo nella sua patogenesi. Questa acquisizione conduce ad una nuova visione della PCOS come patologia metabolica che si manifesta primitivamente come endocrinopatia riproduttiva.

 
 

Per i professionisti

Quali sono i criteri per la diagnosi.

Non esiste una definizione della sindrome dell'ovaio policistico universalmente accettata

 
Assetto endocrino.

L'iperandrogenismo può essere clinico o laboratoristico

 
Insulino·resistenza e iperandrogenismo.

Quale relazione esiste tra queste due condizioni nella PCOS?

 
Conseguenze metaboliche a lungo termine.

Il rischio di sindrome metabolica e l'impatto dell'obesità sul quadro clinico

 
Nuovi approcci terapeutici.

L'efficacia dei farmaci che agiscono sull'insulinemia nella sindrome dell'ovaio policistico

 
PCOS e rischio di cancro.

L'associazione con l'adenocarcinoma endometriale esiste, ma le modalità di prevenzione non sono chiare

 
PCOS e estroprogestinici.

I contraccettivi orali combinati rappresentano la terapia maggiormente utilizzata per la sindrome dell'ovaio policistico

 
 
 
Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito