1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
 

Menu

Menu

Contenuto della pagina Versione stampabile della pagina

Sindrome dell'ovaio policistico

Insulino·resistenza e iperandrogenismo

 

Vi sono numerose evidenze secondo cui la sindrome dell'ovaio policistico (PCOS) è un disordine caratterizzato da insulino-resistenza ed iperinsulinemia.

L'insulino-resistenza (IR) è una condizione per cui una concentrazione normale di insulina produce attenuati effetti biologici. In tutti i casi in cui la funzione pancreatica è intatta, ciò comporta una iperinsulinemia compensatoria. La presenza di IR non implica una sistematica intolleranza al glucosio e la glicemia può essere normale. D'altronde, da numerosi studi osservazionali prospettici e retrospettivi si ricava che almeno il 40% delle donne con PCOS presenta una intolleranza al glucosio e che il 10-20% svilupperà nell'età media un diabete mellito di II tipo [1-5]. Prima dello sviluppo di una franca intolleranza glicidica, il difetto della secrezione insulinica può rimanere latente e rivelarsi solamente in circostanze che aumentano l'IR, ad esempio l'insorgere di un diabete gestazionale o una intolleranza glicidica in corso di trattamento con corticosteroidi.
Il meccanismo molecolare responsabile dell'IR nella PCOS sembra essere unico e specifico per questa sindrome e diverso da quello presente nell'obesità.
Il meccanismo più probabile sarebbe una alterata fosforilazione del recettore insulinico, con conseguente difetto nella trasduzione del segnale [3].
Nelle donne con PCOS il tessuto ovarico rimane sensibile all'azione dell'insulina, nonostante esista una resistenza sistemica all'ormone. La stimolazione ovarica sembra infatti coinvolgere un sistema di trasduzione del segnale diverso da quello per il trasporto del glucosio, in particolare un differente secondo messaggero, probabimente l'inositolfosfoglicano [6,7].

L'insulina appartiene a un gruppo di growth factors comprendente insulina, IGF-I, IGF-II, nerve growth factor e relaxina. Insulina e IGF-I sono importanti regolatori della funzione ovarica e influenzano direttamente e indirettamente la steroidogenesi e lo stato androgenico.
L'insulina agisce direttamente sulle cellule della teca ovarica, attivando il citocromo P450c17, enzima chiave nella sintesi degli androgeni, ed inoltre potenzia la sintesi di androgeni indotta dall'ormone luteinizzante. L'insulina agisce anche indirettamente sopprimendo i livelli circolanti di SHBG, con conseguente aumento del testosterone libero, la frazione dell'ormone biodisponibile per i tessuti. Infine, può sopprimere la sintesi epatica della proteina 1 di legame delle IGF (IGFBP-1), aumentando così la biodisponibilità di IGF-I, un altro importante regolatore della sintesi ovarica di androgeni. Sembra inoltre possibile che l'insulina possa agire a livello ipotalamico modificando la secrezione pulsatile di LH, influenzando anche in questo modo la steroidogenesi gonadica [8,9].

Nell'allegato sono schematizzati i meccanismi fisiopatologici che legano iperinsulinemia e iperandrogenismo.

 

Bibliografia

1. Dunaif A. Current concepts in the polycystic ovary syndrome. Ann Rev Med 2001;52:401-19. [Medline]
2. Cresswell J. Relationship between polycystic ovaries, body mass index and insulin resistance. Acta Obstet Gynecol Scand 2003;82:61-4. [Medline]
3. Dunaif A. Insulin resistance and the polycystic ovary syndrome: mechanisms and implications for pathogenesis. Endocr Rev 1997;18:774-800. [Medline]
4. Nestler JE. Role of hyperinsulinemia in the pathogenesis of the polycystic ovary syndrome, and its clinical implications. Semin Reprod Endocrinol 1997;15(2):111-22. [Medline]
5. Dunaif A, Segal KR, Futterweit W, Dobrjansky A. Profound peripheral insulin resistance, independent of obesity, in polycystic ovary syndrome. Diabetes 1989;38:1165-74. [Medline]
6. Romero G, Garmey JC, Veldhuis JD. The involvement of inositolphosphoglican mediators in the modulation of steroidogenesis by insulin and insulin-like growth factor-I. Endocrinology 1993;132:1561-8
7. Poretsky L et al. Phosphatidyl-inositol-3 kinase-independent insulin action pathway(s) in the human ovary. J Clin Endocrinol Metab 2001;86:3115-9 [Medline]
8. Nestler JE, Jakubovicz DJ. Lean women with polycystic ovary syndrome respond to insulin reduction with decreases in ovarian P450c17 alpha activity and serum androgens. Clin Endocrinol Metab 1997;82:4075-9. [Medline]
9. Poretsky et al. The insulin-related ovarian regulatory system in health and desease. Endocr Rev 1999;20:535-82 [Medline]
10. Ehrmann DA. Polycystic ovary syndrome. N Engl J Med 2005;352:1223-36 [Riassunto]



Data di pubblicazione: 11/12/2008

 
 
  1. SaperiDoc
Direzione generale cura della persona, salute e welfare
Via Aldo Moro 21, Bologna