Testata per la stampa

Screening infettivologici

La prevenzione e la diagnosi di alcune infezioni congenite dipendono dalla diagnosi di infezione nella donna in gravidanza e dagli eventuali interventi profilattici o terapeutici realizzabili durante la gravidanza stessa, il parto o direttamente sul neonato.
Lo screening sierologico in gravidanza di routine Ŕ raccomandato universalmente per HIV, sifilide, epatite B e rosolia.
Per altre infezioni (Toxoplasma, Chlamydia, Citomegalovirus, HCV, HSV) lo screening non Ŕ raccomandato, o lo Ŕ incostantemente soprattutto sulla base della prevalenza dell'infezione nella specifica area geografica.

 
Citomegalovirus.
Toxoplasmosi .
HIV .
Sifilide.
Epatite C.
Rosolia.
 
 
Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito