Testata per la stampa

Pillola e allattamento

Contraccezione combinata

I contraccettivi contenenti estrogeni sono considerati di terza scelta per le madri che allattano [1,2], perché gli estrogeni riducono la produzione di latte e la durata dell'allattamento; questo effetto può risultare meno accentuato utilizzando i preparati contenenti 30 microgrammi di estrogeno o meno [3].

Il significato clinico delle lievi modificazioni nella composizione del latte di madri che utilizzano contraccettivi combinati non è chiaro e ulteriori studi sono necessari per precisare se e quali sono gli effetti della contraccezione ormonale su qualità e quantità del latte materno [4].

Le madri che allattano dovrebbero attendere il sesto mese di età del bambino prima di iniziare una contraccezione combinata, quando la dieta è costituita in larga parte (per esempio almeno due pasti) da cibi diversi dal latte materno.

Una madre che allatta e sceglie un contraccettivo combinato prima del sesto mese dovrà sorvegliare la comparsa di segni di riduzione della produzione di latte.
Gli estro-progestinici sono comunque considerati compatibili con l'allattamento dall'American Academy of Pediatrics [2].

 

Bibliografia

1. WHO. Improving access to quality care in family planning. Medical eligibility criteria for contraceptive use. 3d ed. Geneva:WHO; 2004 [Testo integrale]
2. AAP Committee on Drugs. The transfer of drugs and other chemicals into human milk. Pediatrics 1994;93:137-50 [Medline]
3.Erwin PC. To use or not to use combined oral contraceptives during lactation. Fam Plan Perspect 1994;26:26-33 [Medline]
4. Truitt ST, Fraser AB, Grimes DA, Gallo MF, Schulz KF. Combined hormonal versus nonhormonal versus progestin-only contraception in lactation (Cochrane Review). The Cochrane Library, Issue 4. Chichester, UK: John Wiley & Sons, Ltd;2004 [Riassunto]

 
 
Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito