1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
 

Menu

Menu

Contenuto della pagina Versione stampabile della pagina

Glossario

Confounders

I fattori di confondimento o confounders sono fattori che intervengono a "confondere" l'associazione fra esposizione e esito. Il fattore di confondimento è associato in maniera indipendente sia all'esposizione che all'esito.

 
Relazione fra esposizione, esito e fattore di confondimento
 

Esempi di fattori di confondimento noti sono l'età, il livello socioeconomico, gli anni di studio. Uno studio caso-controllo condotto in Italia ha indagato i fattori di rischio associati alla nascita di neonato di basso peso per l'età gestazionale - small for gestational age (SGA) [1]. Sono state identificate 555 donne, età media 31 anni che hanno partorito neonati SGA (casi) e 1966 donne, età media 31 anni, che hanno partorito negli stessi punti nascita e nello stesso mese dei casi neonati di peso adeguato per l'età gestazionale (controlli). L'ipotesi dello studio era che l'assunzione di alcol durante il terzo trimestre di gravidanza fosse un fattore di rischio per partorire un neonato SGA. I risultati dello studio suggeriscono che l'assunzione di tre o più unità di alcol al giorno nel terzo trimestre si associa in maniera significativa a un aumentato rischio di SGA (comparazione con nessuna assunzione di alcol), odds ratio aggiustata, OR: 2.9 (intervallo di confidenza al 95%, IC 95%: 1.5, 5.7). L'associazione è tuttavia influenzata da diversi fattori confondenti, fra cui l'abitudine al fumo durante il terzo trimestre di gravidanza come riportato in tabella.

 
Esposizione
Presenza fattori confondenti
OR aggiustata (IC 95%)
Alcol*
 
2.9 (1.5, 5.7)
Alcol* +/- fumo**
Fumo no
Fumo sì
2.0 (0.9, 4.8)
7.6 (1.8, 32.2)

Note. *≥3 unità/giorno, durante il terzo trimestre di gravidanza. ** fumo di sigaretta durante il terzo trimestre di gravidanza.

 
 
 

Il rischio di SGA nei nati di donne maggiormente esposte all'alcol in gravidanza è aumentato in quelle donne esposte anche al fumo di sigaretta. L'esposizione ai due fattori di rischio è peraltro spesso correlata: chi beve di più spesso fuma di più e viceversa. Se l'associazione fra assunzione di alcol e l'esito non viene corretta per questo fattore di confondimento si otterrà una stima distorta e quindi non attendibile [1].

La randomizzazione, la restrizione e l'appaiamento sono modi di controllare per i fattori di confondimento noti (restrizione e appaiamento) e non (randomizzazione) in fase di disegno dello studio. In fase di analisi, stratificazione (come nell'esempio riportato in tabella) e analisi multivariata riescono a controllare per i fattori di confondimento noti.

 
 
 


Data di pubblicazione: 15/12/2010

  1. SaperiDoc
Direzione generale cura della persona, salute e welfare
Via Aldo Moro 21, Bologna