Testata per la stampa

Allattamento 

Ciuccio e allattamento: c'è competizione?

L'interesse verso l'uso del ciuccio segue in maniera inversamente proporzionale l'interesse verso la promozione, protezione e supporto dell'allattamento: negli anni '70 la moda del ricorso ai latti di formula è coincisa con un maggior utilizzo del succhiotto. In anni più recenti, in conseguenza dell'aumentata attenzione verso l'allattamento, i dubbi su utilità e nocività del ciuccio sono diventati oggetto di discussione [1].

In particolare, la possibile associazione fra uso del ciuccio e ridotto rischio di morte improvvisa del neonato - SIDS, descritto in alcuni studi caso-controllo, ha indotto alcuni professionisti che assistono le donne e i bambini a raccomandarne l'uso.

D'altro canto, l'associazione fra allattamento e ridotto rischio di SIDS ha posto la seguente questione ai professionisti: dal momento che gli studi osservazionali suggeriscono che l'uso del succhiotto, soprattutto nelle prime settimane di vita, si associ a problemi nell'avvio e mantenimento dell'allattamento al seno, le due raccomandazioni per la prevenzione delle SIDS potrebbero essere in contraddizione.

Una revisione sistematica di studi randomizzati controllati sull'associazione fra uso del ciuccio e allattamento avrebbe dovuto fare luce su questo aspetto [2]. In realtà la revisione sistematica in questione, che è stata oggetto di lettura critica su questo stesso sito, anziché chiarire ha causato maggiore confusione: problemi metodologici gravi, l'esclusione di un trial che rilevava un'associazione positiva fra uso precoce del ciuccio e problemi di allattamento [3], e infine un conflitto di interesse rilevante non esplicitato (dei due studi inclusi quello che ha arruolato il campione più numeroso era sponsorizzato da una ditta produttrice di ciucci) ne hanno inficiato le conclusioni. In risposta ad una lettera critica inviata alla Cochrane [4] la revisione è stata leggermente modificata, il conflitto di interesse esplicitato ma la sostanza delle conclusioni non è mutata [5].

Sulla base dei problemi metodologici rilevati le conclusioni di questa revisione sistematica non sono giudicate condivisibili; è piuttosto probabile che il contrario sia vero. Un'associazione fra uso precoce del ciuccio e ridotto avvio e durata dell'allattamento è probabile, anche in considerazione dei risultati positivi trovati dal trial escluso dalla metanalisi [3] e dai numerosi studi osservazionali che rilevano in maniera consistente un'associazione significativa fra uso del ciuccio nelle prime settimane di vita e un ridotto avvio e durata dell'allattamento [6,7].

 

Bibliografia

1. Castilho SD, Rocha MA. Pacifier habit: history and multidisciplinary view. J Pediatr (Rio J) 2009;85:480-9 [Medline]
2. Jaafar SH, et al. Pacifier use versus no pacifier use in breastfeeding term infants for increasing duration of breastfeeding. Cochrane Database Syst Rev. 2011 Mar 16;(3):CD007202 [Medline] 
3. Howard CR, et al. Randomized clinical trial of pacifier use and bottle-feeding or cupfeeding and their effect on breastfeeding. Pediatrics 2003;111:511-8 [Medline] 4. Di Mario S, et al. Feedback 6 June 2011, published in Jaafar 2011, pg 18 [Testo completo]
5. Jaafar SH, et al. Effect of restricted pacifier use in breastfeeding term infants for increasing duration of breastfeeding. Cochrane Database Syst Rev. 2012 Jul 11;7:CD007202 [Medline]
6. Callaghan A, et al. Association between pacifier use and breast-feeding, sudden infant death syndrome, infection and dental malocclusion. Int J Evid Based Healthc 2005;3:147-67 [Medline] 
7. Karabulut E, Yalçin SS, Ozdemir-Geyik P, Karaağaoğlu E. Effect of pacifier use on exclusive and any breastfeeding: a meta-analysis. Turk J Pediatr 2009;51:35-43 [Medline] 

 
 
 
Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito