1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
 

Menu

Menu

Contenuto della pagina Versione stampabile della pagina

Latte artificiale

 
 

Nuovi studi difficilmente possono aggiungere conoscenze rilevanti a quelle finora prodotte, che indicano- coerentemente e in misura robusta - che nei bambini che ricevono latte artificiale gli esiti di salute sono inferiori a quelli dei bambini allattati al seno. La ricerca dovrebbe invece fornire la riposta a domande ancora inevase; nel caso dell'alimentazione del lattante, sono necessarie valutazioni di efficacia degli interventi finalizzati ad aiutare le madri che vogliono allattare al seno e non vi riescono, perché non adeguatamente informate, sostenute e protette. Molte sono le indicazioni che i professionisti dovrebbero fornire a chi utilizza il latte artificiale: dai criteri per la scelta fra tanti prodotti, alla preparazione del latte, dalla modalità migliore per offrirlo ai tranelli del marketing.

 
 

Per i professionisti

Origine e tipi di latti artificiali disponibili nel mercato italiano.

 

Latte derivato esclusivamente da proteine della soia, non contiene lattosio né proteine animali.

 

Latte antireflusso, ispessito.

 

Idrolisato proteico: si tratta di latte pubblicizzato come ipoallergenico.

 

Le indicazioni mediche all'uso del latte artificiale sono poche e chiare. Per il resto è necessario fornire tutte le informazioni disponibili perché la donna possa liberamente scegliere la modalità di alimentazione del proprio figlio.

 

Analisi dei più comuni health claims sulle presunte capacità benefiche dei latti addizionati: dagli acidi grassi a lunga catena polinsaturi (LCPUFA), ai nucleotidi. prebiotici e probiotici.

 

La comparazione dei nutrienti contenuti nei diversi latti artificiali disponibili nel mercato non mostra sostanziali differenze; i prezzi dei vari prodotti invece variano in maniera significativa. Una analisi corredata da tre tabelle sinottiche possono guidare professionisti e famiglie in una scelta basata su prove di efficacia.

 

Gli studi mostrano ormai da tempo, in maniera coerente, che l'uso di latte artificiale si associa a un aumento di rischi per la salute di mamma e bambino.

 

La rete di fattori causali associati al sovrappeso e obesità è complessa e non è quindi semplice studiare il singolo contributo di un fattore di rischio rispetto a questo esito. Ciò nonostante diversi studi osservazionali concludono in maniera coerente che il bambino alimentato con latte artificiale e biberon ha un aumentato rischio di sviluppare sovrappeso e obesità.

 

L'uso dei latti artificiali si associa a un aumento dei costi per la società, per il maggior ricorso a servizi e cure mediche.

 

Sempre più pubblicizzati i latti cosiddetti di crescita, indicati da 1 a 3 anni di vita, non trovano alcun supporto scientifico per il loro utilizzo.

 

Le informazioni per le donne che scelgono o devono utilizzare il latte artificiale in polvere, per ridurre il rischio di infezione da germi contenuti nel latte e da contaminazione.

 

Le informazioni per le donne che scelgono o devono utilizzare il latte artificiale in polvere, per ridurre il rischio di sovradosaggio e sottodosaggio.

 

Il momento della poppata, anche quando si usi il latte artificiale, è comunque importante per rafforzare il rapporto con il bambino. Alcuni consigli utili per le madri.

 

Scarse e confuse le informazioni relative agli effetti sulla salute del bambino dell'olio di palma, oleina di palma, e olio di semi di palma aggiunti nei latti artificiali.

 
 

Per le donne

Le informazioni per chi sceglie o deve utilizzare il latte artificiale in polvere, per facilitare la comunicazione fra professionista e chi si prende cura del bambino.

 


Data di pubblicazione: 24/07/2015

 
 
  1. SaperiDoc
Direzione generale cura della persona, salute e welfare
Via Aldo Moro 21, Bologna