1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
 
 

Menu

Menu

Contenuto della pagina Versione stampabile della pagina

Conseguenze sulla salute

Le conseguenze ostetriche e psicologiche delle mutilazioni genitali, sebbene oggettive e documentate, sono da contestualizzare in relazione all'ampia varietà di tipi di operazioni e di contesti in cui esse vengono praticate. Infatti, gli effetti fisici e psicologici e le conseguenze delle MGF dipendono da molteplici fattori: il tipo di modificazione genitale, l'esperienza di chi esegue la pratica, le condizioni igieniche in cui viene eseguita, il grado di "pressione" psicologica da parte della famiglia; ecc. Fuori da ogni allarmismo, è più corretto parlare di "rischi" sanitari e utilizzare le informazioni mediche in funzione di una capacità di riconoscimento dei sintomi.

La più diffusa conseguenza sanitaria delle MGF/E è connessa ad eventuali emorragie al momento dell'operazione e successivamente a svariate forme d'infezione delle zone genitali e circostanti. La letteratura mostra anche effetti fisiologici, sessuali e psicologici a lungo termine delle MGF/E; questi includono frigidità sessuale, malformazioni genitali, menarca ritardato, complicazioni pelviche croniche, ritenzione urinaria e tutta una serie di complicazioni ostetriche.

In linea generale, le informazioni che circolano in ambito internazionale fanno riferimento al rapporto del Relatore speciale delle Nazioni Unite sulla tortura e altri trattamenti crudeli, inumani e degradanti,  pubblicato il 15 Gennaio 2008:

 

In questo rapporto viene descritta un'ampia varietà di conseguenze sulla salute delle donne, da quelle più gravi a quelle meno gravi, tra le quali:

  • shock emorragico, infezioni pelviche e del sistema riproduttivo, setticemia;
  • ritenzione urinaria, danni per l'uretra e l'ano, cisti, ascessi e ulcere genitali, eccessiva formazione di tessuto cicatriziale;
  • conseguenze psicologiche post-traumatiche da stress;
  • dolore cronico, rapporti sessuali dolorosi e diminuzione del piacere sessuale;
  • problemi urinari, infertilità, complicanze chirurgiche connesse a deinfibulazione e reinfibulazione - più probabilità di complicanze durante il parto, per es. emorragia post-partum, episiotomia, soggiorno prolungato in ospedale, rianimazione del bambino e morte perinatale del neonato.


 
 
  1. SaperiDoc
Direzione generale cura della persona, salute e welfare
Via Aldo Moro 21, Bologna