Testata per la stampa

Rischio di parto pretermine

Anamnesi ed esame clinico

Tre studi hanno valutato l'anamnesi positiva per parto pretermine (>20 settimane) come fattore di rischio di ricorrenza. Gli studi hanno coinvolto quasi 17.000 donne con gravidanza singola, asintomatiche, riportando una sensibilitÓ compresa tra 19 e 67% e una specificitÓ tra 73 e 97%, con una eterogenicitÓ statistica significativa.

L'esame clinico mediante esplorazione digitale, ha lo scopo di individuare eventuali modificazioni della cervice. Cinque studi hanno valutato l'accuratezza di questo test nel predire il parto pretermine. L'esame, la cui valutazione era espressa secondo gli indici di Bishop (dilatazione e raccorciamento della cervice), Ŕ stato condotto su oltre 16.000 gravide asintomatiche, con un numero medio di 4 visite per ogni donna. Per la dilatazione cervicale la sensibilitÓ Ŕ risultata 13-57% e la specificitÓ 57-98%, per la presenza di raccorciamento la sensibilitÓ era 11-21% e la specificitÓ 89-95%.

In conclusione, secondo le attuali evidenze, l'anamnesi positiva per parto pretermine e l'esame clinico della cervice mostrano uno scarso valore diagnostico nel predire o escludere un parto pretermine nella gravida asintomatica.

Bibliografia

1. National Collaborating Centre for Women's and Children's Health. Antenatal care - Routine care for the healthy pregnant woman. 2nd edition (2008 update). Draft for consultation

 
 
Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito