Testata per la stampa

Rischio di parto pretermine

Test infettivologici

Batteriuria asintomatica
Si definisce batteriuria asintomatica la presenza di batteri che colonizzano il tratto urinario senza dare origine a sintomi. Negli USA si stima una incidenza di 2-10% nella popolazione generale. Nel Regno Unito interessa il 2-5% delle donne in gravidanza.
La presenza di una batteriuria asintomatica nel corso della gravidanza si associa a maggior rischio di parto pretermine, di neonati di basso peso e di pielonefrite nella donna. Studi controllati randomizzati (RCT), studi di coorte e una metanalisi di 14 RCT hanno dimostrato che il trattamento antibiotico per batteriuria asintomatica Ŕ in grado di ridurre significativamente queste complicanze [1].

Quattro studi prospettici di piccole dimensioni e di vecchia data hanno valutato l'efficacia dell'urinocoltura come test di screening per valutare il rischio il parto pretermine. La sensibilitÓ Ŕ risultata tra 7 e 30% e la specificitÓ tra 65 e 97% nei diversi studi. Un test negativo per batteriuria asintomatica sembra avere un buon valore diagnostico nell'escludere la probabilitÓ di un parto pretermine (likelihood ratio: -LR 0.46; intervallo di confidenza al 95%, IC: 0.31-0.67), mentre minore attendibilitÓ mostra un test positivo nel predirlo (+LR 1.97, IC 1.45-2.68) [2]. Le prove sono comunque limitate.

Vaginosi batterica (BV)
Numerosi studi epidemiologici hanno documentato una associazione tra BV e parto pretermine.
Cinque studi prospettici di coorte, 4 con popolazione a basso rischio ed 1 con rischio non specificato, hanno valutato circa 26.000 donne con gravidanza singola, asintomatiche. Un tampone vaginale Ŕ stato eseguito nel secondo trimestre per identificare una eventuale vaginosi batterica mediante l'allestimento di un vetrino con colorazione Gram e la valutazione della proporzione tra lattobacilli e altri batteri (criteri di Nugent). La prevalenza di vaginosi batterica variava tra 8 e 34% a seconda degli studi. Considerando il parto pretermine come outcome la sensibilitÓ Ŕ risultata 15-44% e la specificitÓ 76-93%.
Questa modalitÓ di screening ha mostrato un valore diagnostico scarso nei confronti del parto pretermine [2].
Un ulteriore approfondimento sull'infezione in gravidanza Ŕ disponibile in Come trattare la vaginosi batterica?

Bibliografia

1. Smaill F, Vazquez JC. Antibiotics for asymptomatic bacteriuria in pregnancy. Cochrane Database of Systematic Reviews 1997, Issue 4. Date of last subtantive update:04.01.2007 [Riassunto]
2. National Collaborating Centre for Women's and Children's Health. Antenatal care - Routine care for the healthy pregnant woman. 2nd edition (2008 update). Draft for consultation

 
 
Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito