Testata per la stampa

I servizi offerti

I consultori familiari dell'Emilia-Romagna costituiscono una realtà molto complessa e articolata con una storia di 30 anni di attività.

In questi tre decenni di attività alcuni obiettivi, talune parole d'ordine sono rimaste quasi immutate, anche rispetto all'idea e alle caratteristiche di fondo dei consultori familiari: parole come accoglienza, relazione/comunicazione, sostegno alla libertà di scelta, integrazione tra operatori e tra servizi sono ancora un punto di riferimento anche se in un contesto profondamente mutato, in cui i consultori stessi sono cambiati rispetto alle origini.
Sulla base del Piano Sanitario Regionale 1999-2001, i consultori familiari sono collocati nel distretto sanitario all'interno del dipartimento di cure primarie.

Le aree di intervento del consultorio familiare, definite da numerose leggi nazionali e regionali, hanno la finalità di garantire l'equità di accesso alle attività svolte dal consultorio familiare, promuovere la salute sessuale, riproduttiva e relazionale del singolo, della coppia e della famiglia attraverso interventi socio-sanitari che si realizzano anche in collaborazione con gli Enti e le Istituzioni locali, le associazioni di volontariato, i coordinamenti aziendali di educazione alla salute e che si esplicitano in diversi ambiti di attività.

Nel dipartimento delle cure primarie, il consultorio familiare è il punto di riferimento distrettuale per la salute sessuale,relazionale e riproduttiva, fornisce prestazioni specialistiche, integrate, con i servizi distrettuali ed ospedalieri, con il dipartimento di salute mentale e di sanità pubblica.

Sono previsti due livelli organizzativi:

 

Le attività svolte al primo livello consultoriale sono:

 

Le attività garantite al secondo livello distrettuale sono:

 

Gli ambiti di integrazione previsti sono:

 

Come riporta il Piano Sociale e Sanitario 2008-2010, l'unità operativa fondamentale è il Nucleo di cure primarie (NCP) che, attraverso l'azione congiunta di MMG, PLS, infermieri, specialisti territoriali, ostetriche ed operatori socio-assistenziali, rende possibile lo sviluppo del modello di reti integrate, finalizzato a rispondere  alle diverse esigenze assistenziali sanitarie e sociali dei cittadini. Le funzioni specialistiche sono invece organizzate nei Consultori e nei Poliambulatori.

 

Per cercare la sede di un Consultorio in Emilia-Romagna: http://salute.regione.emilia-romagna.it/cure-primarie/consultori/consultori-familiari

 
 
Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito