Testata per la stampa

Alimentazione

 

Alimentazione complementare e allergie.

 
 

Dopo anni in cui i professionisti raccomandavano alle famiglie di ritardare l'introduzione dei cibi "allergizzanti" fornendo specifiche tempistiche e sequenze (ad esempio: prima l'albume, poi il tuorlo, i pomodori dopo i 9 mesi, il pesce dopo l'anno) [1] nella presunzione, non supportata da conoscenze, che questo potesse ridurre il rischio di allergie, la validità di queste pratiche è stata messa in dubbio [2]. Nel Regno Unito una coorte di 642 bambini è stata seguita in maniera prospettica dal momento del parto all'età di cinque anni e mezzo tramite l'uso di questionari (durante la gravidanza, a 8 settimane di vita e poi annualmente dal 1° al 5° anno di vita). Prick test ai più comuni allergeni venivano eseguiti sui genitori al momento dell'arruolamento e nel bambino a 5 anni di vita. L'introduzione dei derivati del latte avveniva in media a 6 mesi di vita (range 3-11), quella dell'uovo a otto mesi (range 4-11). La frequenza di wheezing (sibilo espiratorio predittore di asma in età successiva) era pari a 19%, atopia 17%, eczema 35%. Solo 30% dei bambini erano allattati in maniera esclusiva a 8 settimane. L'introduzione ritardata di singoli cibi risulta non essere associata a ridotta presenza di wheezing, atopia ed eczema; la ritardata introduzione di uovo si associa a maggior frequenza di eczema, ma non ad altri esiti [3]. Si è giunti così alla conclusione che procrastinare l'introduzione di cibi solidi non riduce il rischio di allergie.

La Società Europea di Gastroenterologia, Epatologia e Nutrizione Pediatrica (ESPGHAN) [4] e l'Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare (EFSA) [5], sulla base di studi osservazionali [6,7], sono andate oltre, sostenendo che anticipare l'avvio dell'alimentazione complementare a 4-6 mesi di vita, durante la cosiddetta finestra di opportunità, si assocerebbe a un minore rischio di allergie alimentari, celiachia e diabete di tipo I. Queste raccomandazioni sono state amplificate da alcuni [8] e largamente criticate da altri [9]. I limiti della gran parte degli studi osservazionali su cui si basano le raccomandazioni dell'ESPGHAN sono:

 
 

Studi randomizzati hanno successivamente dimostrato che anticipare l'introduzione di cibi contenenti glutine e cibi potenzialmente allergizzanti nel periodo compreso fra 4 e 6 mesi, anche quando fatto mantenendo un allattamento al seno, non riduce il rischio di celiachia e allergie, né in bambini a rischio né nella popolazione generale [16-21]. Questo sapere non è però ancora diventato patrimonio diffuso fra i professionisti, anche a causa della scarsa chiarezza nella comunicazione dei risultati delle ricerche [22].

 
 
 

Bibliografia

1. Grimshaw KE, et al. Infant feeding and allergy prevention: a review of current knowledge and recommendations. A EuroPrevall state of the art paper. Allergy 2009;64:1407-16 [Medline]
2. Koplin JJ, Allen KJ. Optimal timing for solids introduction - why are the guidelines always changing? Clin Exp Allergy 2013;43:826-34 [Medline]
3. Zutavern A, et al. The introduction of solids in relation to asthma and eczema. Arch Dis Child 2004;89:303-8 [Medline]
4. Agostoni C, et al; ESPGHAN Committee on Nutrition. Complementary feeding: a commentary by the ESPGHAN Committee on Nutrition. J Pediatr Gastroenterol Nutr 2008;46:99-110 [Medline]
5. EFSA Panel on Dietetic Products, Nutrition and Allergies. Scientific opinion on the appropriate age for introduction of complementary feeding of infants. Parma Italy, 2009 [Testo integrale]
6. Zutavern A, et al. Timing of solid food introduction in relation to eczema, asthma, allergic rhinitis and food and inhalant sensitization at the age of 6 years: results from the prospective birth cohort study LISA. Pediatrics 2008;121:e44-52 [Medline]
7. Koplin JJ, et al. Can early introduction of egg prevent egg allergy in infants? A population-based study. J Allergy Clin Immunol 2010;126:807-13 [Medline]
8. Fewtrell M, et al. Six months of exclusive breast feeding: how good is the evidence?BMJ 2011 Jan 13;342:c5955 [Medline]
9. Cattaneo A, et al. ESPGHAN's 2008 recommendation for early introduction of complementary foods: how good is the evidence? Matern Child Nutr 2011;7:335-43 [Medline]
10. Binns CW, et al. Defining exclusive breastfeeding in Australia. J Paediatr Child Health 2009;45:174-80 [Medline]
11. Cattaneo A, et al. Are data on the prevalence and duration of breastfeeding reliable? The case of Italy. Acta Paediatr 2000;89:88-93 [Medline]
12. WHO. Division of Diarrhoeal and Acute Respiratory Disease Control.Indicators for assessing breastfeeding practices. Geneva: WHO, 1991 [Testo integrale]
13. Bergmann RL, et al. Breastfeeding duration is a risk factor for atopic eczema.Clin Exp Allergy 2002; 32:205-209 [Medline]
14. Sears MR, et al. Long-term relation between breastfeeding and development of atopy and asthma in children and young adults: a longitudinal study. Lancet 2002; 360:901-7 [Medline]
15. Marquis GS, et al. Association of breastfeeding and stunting in Peruvian toddlers: an example of reverse causality. Int J Epidemiol 1997;26:349-56 [Medline]
16. Vriezinga SL, et al. Randomized feeding intervention in infants at high risk for celiac disease. N Engl J Med 2014;371:1304-15 [Medline]
17. Du Toit G, Roberts G, Sayre PH, et al.; LEAP Study Team. Randomized trial of peanut consumption in infants at risk for peanut allergy. N Engl J Med 2015;372:803-13 [Medline]
18. Palmer DJ, et al. Randomized controlled trial of early regular egg intake to prevent egg allergy. J Allergy Clin Immunol. 2016 Aug 20. pii: S0091-6749(16)30793-X [Medline]
19. Wei-Liang Tan J, et al.; Beating Egg Allergy Trial (BEAT) Study Group. A randomized trial of egg introduction from 4 months of age in infants at risk for egg allergy. J Allergy Clin Immunol 2016 Oct 11. pii: S0091-6749(16)31118-6 [Medline]
20. Bellach J, et al. Randomized placebo-controlled trial of hen's egg consumption for primary prevention in infants. J Allergy Clin Immunol 2016 Aug 12. pii:S0091-6749(16)30784-9 [Medline] 
21. Perkin MR, Logan K, Tseng A, et al; EAT Study Team. Randomized Trial of Introduction of Allergenic Foods in Breast-Fed Infants. N Engl J Med 2016;374:1733-43 [Medline]
22. Di Mario S, et al. Early or delayed introduction of food? Misunderstanding is in the air. J Allergy Clin Immunol 2017;139:1405-6 [Medline]

 
 
Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito