Testata per la stampa

Estroprogestinici

I benefici dei contraccettivi ormonali

 

In breve
Non solo protettiva verso le gravidanze indesiderate, la contraccezione ormonale pu˛ anche diminuire il rischio di insorgenza di alcune patologie gravi.


 

Il documento FSRH Combined Hormonal Contraception [1] conferma che i contraccettivi ormonali estroprogestinici (CHC) non sono associati a un incremento della mortalitÓ nelle utilizzatrici.

Per il carcinoma endometriale, il documento indica una riduzione di rischio di insorgenza di 50% che si prolunga nel tempo dopo la sospensione del contraccettivo [2]. Il dato viene confermato in una successiva revisione sistematica (RS) [3] di 9 studi (di coorte e caso-controllo), che ha quantificato l'effetto protettivo dell'assunzione di contraccettivi orali sull'incidenza di carcinoma endometriale (odds ratio-OR: 0.57; intervallo di confidenza al 95%-IC95%: 0.43-0.77).

Nel documento FSRH vengono inoltre riportati studi che coerentemente indicano una diminuzione del rischio di insorgenza di carcinoma del colon-retto e ovarico tra le utilizzatrici di CHC.
In una re-analisi [4] di 45 studi prospettici e caso-controllo condotti in 21 nazioni, l'incidenza di carcinoma ovarico prima di 75 anni di etÓ tra le utilizzatrici di contraccettivi orali Ŕ risultata essere ridotta, nei paesi a reddito elevato, da 1.2 a 0.8 casi ogni 100 utilizzatrici dopo 10 anni di assunzione continuativa rispetto alle non utilizzatrici; viene stimato che l'utilizzo della contraccezione ormonale abbia contribuito a prevenire, al momento della pubblicazione dello studio, circa 200000 nuovi casi e 100 000 morti per carcinoma ovarico.

Anche per questo tipo di esito Ŕ stato pubblicato successivamente uno studio prospettico [5] condotto in Danimarca su una coorte di 1879 227 donne di etÓ compresa tra 15 e 49 anni, seguite tra il 1995 e il 2014, che conferma la riduzione del rischio. Lo studio ha rilevato che il rischio di carcinoma ovarico Ŕ ridotto per le utilizzatrici di contraccettivi ormonali (tutte le categorie), RR: 0.66; IC95%: 0.58, 0.76 ; l'effetto protettivo aumenta con l'aumentare del periodo di assunzione contraccettiva e persiste per diversi anni dopo la sospensione. Gli studi [4,5] non distinguono tra preparazioni orali combinate estroprogestiniche e preparazioni a base di soli progestinici ma viene stimato che 95% di utilizzo appartenga alla prima categoria.

Infine, il documento inglese cita una RS che ha quantificato l'associazione tra assunzione di contraccettivi ormonali e insorgenza di carcinoma del colon-retto [6]. La metanalisi di 11 studi caso-controllo e 7 studi di coorte, ha evidenziato un effetto protettivo dei contraccettivi orali (non specificati) sull'insorgenza del tumore del colon-retto: RR: 0.81; IC95%: 0.72, 0.92.

Effetti benefici sono stati dimostrati anche per acne al volto, dismenorrea e sintomi menopausali [1]. Infine, i CHC a regime continuativo di assunzione possono essere impiegati per la terapia della sindrome premestruale e per ridurre il rischio di recidive dopo terapia chirurgica dell'endometriosi.

 

Bibliografia

1. Faculty of Sexual & Reproductive Healthcare (FSRH). Clinical Guidance: Combined Hormonal Contraception. Regno Unito, gennaio 2019 (emendato luglio 2019). [Testo integrale]
2. Vessey M, Painter R. Oral contraceptive use and cancer. Findings in a large cohort study, 1968-2004. Br J Cancer 2006;95:385-9. [Medline] 
3. Gierisch JM, et al. Oral contraceptive use and risk of breast, cervical, colorectal, and endometrial cancers: a systematic review. Cancer Epidemiol Biomarkers Prev 2013;22:1931-43. [Medline]
4. Collaborative Group on Epidemiological Studies of Ovarian Cancer. Ovarian cancer and oral contraceptives: collaborative reanalysis of data from 45 epidemiological studies including 23 257 women with ovarian cancer and 87 303 controls. Lancet 2008;371:303-14. [Medline] 
5. Iversen L, et al. Association between contemporary hormonal contraception and ovarian cancer in women of reproductive age in Denmark: prospective, nationwide cohort study BMJ 2018;362:k3609. [Medline]
6. Bosetti C, et al. Oral contraceptives and colorectal cancer risk: a systematic review and meta-analysis. Hum Reprod Update 2009;15:489-99. [Medline]

 
 
Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito