1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
 

Menu

Menu

Contenuto della pagina Versione stampabile della pagina

Dispositivi intrauterini - ModalitÓ di utilizzo

Quali valutazioni prima dell'inserimento

 

La raccolta dell'anamnesi medica Ŕ lo strumento per la valutazione dei criteri individuali di appropriatezza del metodo contraccettivo, coerentemente con le indicazioni di Organizzazione mondiale della sanitÓ (World Health Organization-WHO) e della Faculty of Sexual & Reproductive Healthcare-FSRH, che ha prodotto le  UK Medical Eligibility Criteria for Contraceptive Use-UKMEC.

In caso di inserimento dello IUD (intrauterine device, dispositivo intrauterino) valutazioni pi¨ approfondite, che comprendano esami ematici, ecografia pelvica o biopsia endometriale, possono essere opportune in donne con sanguinamenti uterini anomali o considerate a rischio per patologia ginecologica.

Il documento FSRHIntrauterine Contraception [1] raccomanda inoltre lo screening per malattie a trasmissione sessuale (tampone vaginale per ricerca Chlamydia trachomatis e Neisseria gonorrhoeae; test ematici per sifilide e HIV) in donne con i seguenti fattori di rischio:

  • essere sessualmente attive e di etÓ inferiore ai 25 anni
  • nuovo partner negli ultimi 3 mesi
  • pi¨ di un partner nell'ultimo anno
  • partner che dichiara di avere altre/altri partner
  • pregresse malattie a trasmissione sessuale
  • abuso di alcool o sostanze.


Al contrario, nel sospetto di vaginosi batterica o candidiasi vaginale, si suggerisce di iniziare il trattamento e inserire lo IUD simultaneamente.
In fase di counselling, la visita ginecologica Ŕ da eseguire in presenza di indicazioni cliniche.

 
 

Bibliografia

1. Faculty of Sexual & Reproductive Healthcare of the Royal College of the Obstetricians and Gynaecologists (FSRH). Intrauterine Contraception. London, 2015 (modificato settembre 2019). [Testo integrale]

 

Data di pubblicazione: 07.01.2019

 
 
  1. SaperiDoc
Direzione generale cura della persona, salute e welfare
Via Aldo Moro 21, Bologna