Testata per la stampa

Circoncisione

Favorevoli alla circoncisione

L'American Academy of Pediatrics ha avuto, nei confronti della circoncisione maschile, una posizione variabile negli anni [1]: nel 1970 di netta opposizione [2], nel 1999 neutrale [3], nel 2012 pi¨ nettamente a favore [4]. L'accumularsi di prove di efficacia sui benefici in termini di salute della circoncisione neonatale [5], in particolare relative al ridotto rischio di infezioni delle vie urinarie (IVU) [5,6] e di infezioni sessualmente trasmesse fra cui HIV [5,7-9], ha influito su questo mutamento. 

 

Infezioni delle vie urinarie

Una prima metanalisi di 9 studi osservazionali (quattro dei quali condotti dallo stesso autore della metanalisi), ha quantificato l'aumento del rischio di infezione delle vie urinarie (IVU) nel primo anno di vita nei lattanti non circoncisi di 12 volte, stima simile a quella ottenuta rivedendo le cartelle cliniche di bambini ricoverati in un ospedale dell'esercito americano fra il 1985 e il 1990 [6]. Altri studi hanno successivamente confermato questa associazione.

Una revisione sistematica (RS) con metanalisi ha esteso la valutazione del beneficio anche all'etÓ adulta [10]. I criteri di inclusione utilizzati erano: studi in lingua inglese pubblicati su rivista peer reviewed prima di settembre 2011, che fornissero odds ratio-OR e rischi relativi-RR, aggiustati o meno o, in alternativa, dati grezzi utili a calcolare queste misure di associazione. Sono stati selezionati 22 studi (13 dei quali condotti negli Stati Uniti d'America): 1 trasversale, 11 caso-controllo, 6 coorte prospettica, 3 coorte retrospettiva, 1 trial controllato randomizzato (RCT). ╚ stato calcolato il RR per fascia di etÓ e per l'intero periodo di vita (Tabella). La metanalisi conclude che, seppure la forza dell'associazione fra circoncisione e rischio di IVU sia maggiore nel primo anno, i benefici si estendono all'intero arco di vita: sulla base dei dati raccolti il numero di maschi da trattare (NNT) per prevenire un episodio di IVU in tutta la vita Ŕ pari a 4 (da 2 a 27).

Stima del rischio di IVU per maschi circoncisi e non circoncisi di differenti gruppi di etÓ [2] (cliccare sulla figura per ingrandire)
Tabella: Stima del rischio di IVU per maschi circoncisi e non circoncisi di differenti gruppi di etÓ [2]
 

Infezione da HIV

Prove di efficacia a sostegno dell'associazione fra circoncisione e ridotto rischio di infezione da virus umano dell'immunodeficienza acquisita (HIV) sono alla base delle raccomandazioni di Organizzazione mondiale della sanitÓ (World Health Organization-WHO) e di American Academy of Paediatrics [4,11].

Trial controllati randomizzati - RCT - [7-9] e successivamente revisioni sistematiche - RS - e metanalisi di RCT e di studi osservazionali hanno permesso di quantificare l'associazione fra circoncisione e trasmissione di HIV e di altre infezioni sessualmente trasmesse, sia da donne infette a uomini, sia in caso di rapporti omosessuali, sia da uomini infetti a donne sieronegative [12-16]. Di seguito le prove di efficacia disponibili.

 
Trial randomizzati e controllati.
Revisioni sistematiche e metanalisi.
 
 

Bibliografia

1. Morris BJ, Bailis SA, Wiswell TE. Circumcision rates in the United States: rising or falling? What effect might the new affirmative pediatric policy statement have? Mayo Clin Proc 2014;89:677-86 [Medline]
2. American Academy of Pediatrics, Committee on Fetus and Newborn. Standards and Recommendation for Hospital Care of Newborn infants. 5th ed. Evanston, IL: American Academy of Pediatrics: 1971 [Estratto disponibile in The circumcision reference library]
3. American Academy of Pediatrics. Task Force on Circumcision. Circumcision policy statement. Pediatrics 1999;103:686-93 [Medline]
4. American Academy of Pediatrics Task Force on Circumcision. Male circumcision. Pediatrics 2012;130:e756-85 [Testo integrale] 
5. Austin PF. Is neonatal circumcision clinically beneficial? Argument in favor. Nat Clin Pract Urol 2009;6:16-7 [Medline]
6. Wiswell TE, Hachey WE. Urinary tract infections and the uncircumcised state: an update. Clin Pediatr (Phila) 1993;32:130-4 [Medline]
7. Bailey R, et al. Male circumcision for HIV prevention in young men in Kisumu, Kenya: a randomised controlled trial. The Lancet 2007;369:643-5 [Medline]
8. Gray RH, et al. Male circumcision for HIVprevention in men in Rakai, Uganda: a randomised trial. The Lancet 2007;369:657-66 [Medline]
9. Auvert B, et al. Randomized, controlledintervention trial of male circumcision for reduction of HIV infection risk:the ANRS 1265 trial. PLoS Medicine 2005;2:e298 [Medline]
10. Morris BJ, Wiswell TE. Circumcision and lifetime risk of urinary tract infection: a systematic review and meta-analysis. J Urol 2013;189:2118-24 [Medline]
11. WHO/UNAIDS. Technical consultation on male circumcision and HIV prevention: research implications for policy and programming. Montreux, 6 - 8 Marzo 2007 [Testo integrale]
12. Lei JH, et al. Circumcision status and risk of HIV acquisition during heterosexual intercourse for both males and females: a meta-analysis. PLoS One 2015;10:e0125436 [Medline] 
13. Sharma SC, et al. Male circumcision for the prevention of human immunodeficiency virus (HIV) acquisition: a meta-analysis. BJU Int 2018;121:515-526 [Medline] 
14. Yuan T, et al. Circumcision to prevent HIV and other sexually transmitted infections in men who have sex with men: a systematic review and meta-analysis of global data. Lancet Glob Health 2019;7:e436-e447 [Medline]
15. Grund JM, et al. Association between male circumcision and women's biomedical health outcomes: a systematic review. Lancet Glob Health 2017;5:e1113-e1122 [Medline] 
16. Grund JM, et al. Association of male circumcision with women's knowledge of its biomedical effects and with their sexual satisfaction and function: a systematic review. AIDS Behav 2019;23:1104-1114 [Medline]

 
 
 
Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito