Testata per la stampa
 

Induzione del travaglio di parto

Fallimento dell'induzione

 

Si raccomanda di definire fallimento dell'induzione il mancato raggiungimento della fase attiva del travaglio (dilatazione di 4 cm con appianamento del 90% o 5 cm indipendentemente dall'appianamento, presenza di 3-5 contrazioni/10 minuti) dopo almeno 12 ore di infusione ossitocica con membrane rotte.

Raccomandazione forte basata suopinione di espertiá [1]

 

Si raccomanda, nelle donne obese, di considerare necessaria una maggiore durata del I stadio di travaglio e di infusione ossitocica prima di definire fallita induzione e procedere con il TC.

Raccomandazionedebole basata su opinione di espertiá [1]

 

Qualora la paziente rifiuti un ulteriore ciclo di maturazione cervicale o la prosecuzione dell'induzione con ossitocina, si raccomanda di registrare l'eventuale ricorso al TC non dovuto a "fallita induzione" ma per "rifiuto di proseguire o completare la procedura".

Raccomandazioneforte basata su opinione di espertiá [1]

 
 
Come definire il fallimento dell'induzione?.

 

Bibliografia

1. Commissione consultiva tecnico-scientifica sul percorso nascita. Induzione in travaglio di parto. Revisione rapida e raccomandazioni. Bologna: Regione Emilia-Romagna, 2020. [Testo integrale]

 
 
 
Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito