1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
 

Menu

Menu

Contenuto della pagina Versione stampabile della pagina

CoVID-19 in gravidanza, parto e puerperio

 

Vaccinazione antiCovid-19: che cosa fare in gravidanza e allattamento?

 

La decisione di fare la vaccinazione antiCovid-19 è una scelta della donna. Non sono ancora stati condotti studi specifici sull'uso dei vaccini durante la gravidanza o l'allattamento. Le informazioni riportate di seguito possono aiutare a prendere una decisione basata sulle conoscenze oggi a disposizione e sui fatti, piuttosto che sulle emozioni o sul "sentito dire".
Indipendentemente dalle scelte rispetto alla vaccinazione si raccomanda di osservare scrupolosamente durante la gravidanza e l'allattamento le comuni misure di prevenzione rispetto al contagio da SARS-CoV-2:

  • igiene delle mani,
  • uso della mascherina negli ambienti chiusi e quando in prossimità ad altri soggetti,
  • rispetto della distanza fisica di sicurezza,
  • ventilazione degli ambienti.
 

Sono incinta: mi dovrò vaccinare?
Se una donna desidera fare il vaccino può farlo: gli studi dimostrano che la vaccinazione è efficace anche durante la gravidanza. Tuttavia la gravidanza, di per sé, non è una condizione per cui è necessaria la vaccinazione antiCovid-19. È raccomandata invece se ci sono fattori di rischio per Covid-19.

A chi è raccomandata la vaccinazione durante la gravidanza?
Le donne con ipertensione, diabete o che sono obese hanno un rischio più elevato di sviluppare una forma grave di Covid-19: per queste donne è raccomandata la vaccinazione durate la gravidanza.
La vaccinazione è inoltre raccomandata anche a chi per situazione privata o per lavoro è esposta a un alto rischio di entrare a contatto col coronavirus, come le professioniste che lavorano in ambito sanitario, nelle case di riposo, le donne che vivono in una comunità, ecc.

Il vaccino è sicuro durante la gravidanza? Potrebbe creare dei problemi al bambino?
I dati a disposizione per la sicurezza dei vaccini a mRna (Pfizer e Moderna) durante la gravidanza al momento sono rassicuranti e non mostrano un aumento di rischi rispetto alla popolazione generale né per la madre né per il bambino. Inoltre gli anticorpi prodotti dal sistema immunitario della mamma dopo la vaccinazione vengono trasmessi attraverso la placenta al feto, che così acquisisce una protezione contro il coronavirus.  

Se decido di fare la vaccinazione antiCovid-19, qual è il trimestre di gravidanza più indicato?
In via cautelativa è meglio ricevere la vaccinazione nel secondo o nel terzo trimestre: vista la possibilità che compaia la febbre soprattutto dopo la seconda dose, è meglio evitare la vaccinazione durante il primo trimestre, un periodo particolarmente delicato per lo sviluppo fetale.

Quali effetti avversi devo aspettarmi dalla vaccinazione?
Gli stessi delle altre persone: dolore e gonfiore nel punto dell'iniezione, stanchezza, malessere, dolori alle ossa, febbre. Questi si verificano più frequentemente dopo la seconda dose.

Sono incinta: ho un rischio maggiore di sviluppare una forma grave di Covid-19?
Dai dati degli studi che abbiamo ora a disposizione, se non ci sono altri fattori di rischio, come obesità, ipertensione, diabete, sembrerebbe di no.

La mia gravidanza sta procedendo in modo regolare e io non ho fattori di rischio o problemi di salute: quali elementi devo considerare per decidere se fare la vaccinazione?
È opportuno parlarne con chi segue la sua gravidanza e valutare insieme l'opportunità di vaccinarsi sulla base delle proprie caratteristiche individuali, della settimana di gravidanza, del tipo di lavoro che si svolge e del livello di circolazione del virus dove vive e lavora. La decisione può cambiare in base alla maggiore o minore circolazione del virus nella popolazione generale.

Ho appuntamento per fare la vaccinazione ma sto cercando di rimanere incinta: quali cautele devo seguire?
Non c'è alcun motivo per rimandare la vaccinazione: questa non può causare infezione e non influisce sulla fertilità. Prima della vaccinazione è comunque opportuno utilizzare una efficace contraccezione e attendere un paio di settimane dopo la seconda dose prima di tentare il concepimento. Visto che gli effetti collaterali dopo la seconda dose di vaccino sono frequenti, seppure lievi, è opportuno evitare di avviare una gravidanza mentre si ha, ad esempio, la febbre. Inoltre, dopo due settimane dalla vaccinazione si inizia ad avere una buona produzione di anticorpi: questo permette di avviare la gravidanza essendo protette dall'infezione da SARS-CoV-2.

Ho partorito da poche settimane e sto allattando il mio bambino: per fare il vaccino devo rinunciare ad allattare?
Assolutamente no, si può continuare ad allattare come prima. La vaccinazione è efficace nelle donne che allattano e non modifica la produzione di latte. Inoltre non c'è nessun rischio per il neonato: l'mRNA del vaccino non passa attraverso il latte e non c'è alcun modo per cui il lattante possa infettarsi a causa della vaccinazione. Al contrario, gli studi hanno dimostrato che attraverso il latte materno il bambino riceve gli anticorpi che il sistema immunitario della mamma produce in seguito alla vaccinazione.

È vero che se faccio il vaccino mentre allatto, poi al bambino sarà modificato il calendario vaccinale?
Non c'è nessun motivo per cui la vaccinazione della mamma possa influenzare la capacità del lattante di rispondere alle vaccinazioni infantili. Il suo bambino sarà quindi invitato a fare le vaccinazioni indicate per l'infanzia seguendo il normale calendario vaccinale.

Data di pubblicazione: 20.07.2021

 
 
  1. SaperiDoc
Direzione generale cura della persona, salute e welfare
Via Aldo Moro 21, Bologna