1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
 

Menu

Menu

Contenuto della pagina Versione stampabile della pagina

Prevenzione della SIDS

Che cosa è la SIDS?

SIDS Ŕ un acronimo e si riferisce alla sindrome della morte improvvisa del lattante (Sudden Infant Death Syndrome).

La SIDS viene definita come la morte di un lattante di etÓ compresa fra 28 giorni di vita e un anno, che si verifichi improvvisamente, verosimilmente durante il sonno, e le cui cause rimangano ignote dopo un accurato processo diagnostico comprendente l'esecuzione dell'autopsia, l'esame dello scenario in cui si Ŕ verificato il decesso e la valutazione della storia clinica. Si tratta quindi di una diagnosi di esclusione [1,2]. ╚ anche nota come morte in culla o morte bianca. Il 90% dei casi di SIDS occorre nei primi 6 mesi di vita; il picco di incidenza si registra fra 1 e 4 mesi di vita [1].

Nel tempo le definizioni relative alle morti neonatali si sono modificate, nel tentativo di identificarne e distinguerne le diverse possibili eziologie [3]: il termine generico che le comprende tutte Ŕ la SUDI-SUID (Sudden Unexpected Infant Death, morte inattesa nel primo anno di vita senza cause apparenti).
Dopo analisi attenta dello scenario dell'evento e in seguito all'autopsia le cause della morte possono essere identificate e spiegate (come in caso di morte per soffocamento accidentale o ASSB: Accidental Suffocation and Strangulation in Bed, morte in letto per soffocamento accidentale e strangolamento, o morte per soffocamento o trauma non accidentale; o per malattia naturale come malformazione, anomalia congenita, malattia metabolica o infezione; o per altri eventi letali come intossicazione da monossido di carbonio, ipertermia, overdose), oppure possono rimanere indeterminate in assenza di sufficienti elementi per identificarne le cause; nei restanti casi avendo tutti gli elementi per valutare l'evento ma non trovando una causa, quindi come diagnosi di esclusione, la morte si classifica come SIDS [Figura].

 
Figura. Consenso sull'uso dei termini per classificare le morti inattese nel primo anno [3].
 

Bibliografia

1. Task Force on Sudden Infant Death Syndrome. SIDS and other sleep-related infant deaths: updated 2016 recommendations for a safe infant sleeping environment. Pediatrics 2016;138:e20162938 [Medline]
2. Carlin RF, Moon RY. Risk Factors, Protective Factors, and Current Recommendations to Reduce Sudden Infant Death Syndrome: A Review. JAMA Pediatr 2017;171:175-80 [Medline]
3. Goldstein RD, et al; 3rd International Congress on Sudden Infant and Child Death. Inconsistent classification of unexplained sudden deaths in infants and children hinders surveillance, prevention and research: recommendations from the 3rd International Congress on Sudden Infant and Child Death. Forensic Sci Med Pathol 2019;15:622-8 [Medline]

 

Data di pubblicazione: 05.08.2021

 
 
  1. SaperiDoc
Direzione generale cura della persona, salute e welfare
Via Aldo Moro 21, Bologna