1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
 

Menu

Menu

Contenuto della pagina Versione stampabile della pagina

Il taglio cesareo elettivo

Le indicazioni al taglio cesareo elettivo e le raccomandazioni della linea guida sul taglio cesareo elaborata dal Centro nazionale collaborativo per la salute materno-infantile (NCC-WCH) del Regno Unito, un gruppo collaborativo multidisciplinare di donne e cittadini, ostetrici, ostetriche, neonatologi-pediatri, anestesisti, epidemiologi, ricercatori e informatici.

 
 

Per i professionisti

I (pochi) dati disponibili su frequenza e caratteristiche socio-economiche del taglio cesareo elettivo in alcune regioni italiane

Nel 2010 in Emilia-Romagna, 93.1% dei parti con feto in presentazione podalica sono nati con taglio cesareo

I parti plurimi hanno rappresentato in Italia, nel 2002, 1.6% di tutte le gravidanze e 11.5% delle gravidanze con procreazione medico-assistita

Non conosciamo con precisione la frequenza di parti-pretermine in Italia

Incerta l'efficacia del parto cesareo nel migliorare l'esito nelle gravidanze con ritardo di crescita intrauterino

Una incontrovertibile indicazione al parto cesareo

La definizione di sproporzione feto-pelvica č pesantemente condizionata da problemi di accuratezza e validitą degli strumenti diagnostici utilizzati

Il ruolo del parto cesareo nella prevenzione della trasmissione materno-fetale di alcune malattie virali

La difficile valutazione del rapporto benefici-rischi nel travaglio di prova dopo un precedente taglio cesareo

La richiesta di un parto cesareo in assenza di indicazioni mediche

La scelta del momento in cui effettuare il taglio cesareo

Una quantificazione del rapporto benefici-rischi del parto cesareo elettivo rispetto al parto vaginale

 

Per le donne

Domande e risposte per comprendere in quali condizioni č indicato pianificare un taglio cesareo

 
 
  1. SaperiDoc
Direzione generale cura della persona, salute e welfare
Via Aldo Moro 21, Bologna