Testata per la stampa

Prevenzione della SIDS

 

La morte improvvisa del lattante (Sudden Infant Death Syndrome-SIDS) è un evento improvviso, raro e tragico. Dalle prime campagne Back to sleep per l'adozione della posizione supina durante il sonno, datate 1994, l'incidenza della SIDS si è ridotta in tutto il mondo.
Tuttavia la SIDS rappresenta ancora la prima causa di morte in epoca post-neonatale nei paesi occidentali.

 

Per i professionisti

La definizione di una patologia di non sempre facile classificazione.

 

La SIDS rappresenta la prima causa di morte in epoca post-neonatale nei paesi occidentali. La stima della frequenza è complicata dalla rarità dell'evento e dalla difficoltà di identificare le morti classificabili come SIDS in senso stretto.

 

I meccanismi all'origine della SIDS non sono del tutto noti: si discutono qui i fattori di rischio e le ipotesi più accreditate.

 
 
Raccomandazioni per la prevenzione.

Le raccomandazioni per la prevenzione della SIDS si concentrano sulla promozione di un ambiente sicuro per il sonno.

 

Per le donne

Dopo la nascita: prevenzione della SIDS.

La scheda all'interno della Cartella del Neonato rivolta alle donne sugli elementi per la prevenzione

 
"Per loro è meglio".

Opuscolo in 7 lingue con le indicazioni per ridurre il rischio di Sindrome della morte improvvisa dei bambini nel primo anno di vita.

 
 

Fra gli "strumenti"...

 
Ricerca regionale triennale sulla posizione nel sonno.

Dal 2002 e fino al 2011 con cadenza triennale la regione Emilia-Romagna ha rilevato i dati relativi alla posizione nel sonno del lattante a tre e a cinque mesi di vita. Sono disponibili i risultati dell'ultima rilevazione del 2011, pubblicati nella sesta edizione del rapporto La prevalenza dell'allattamento al seno e altri interventi preventivi in Emilia-Romagna [Testo integrale].

 
Screening elettrocardiografico universale.

L'identificazione in alcuni casi di SIDS di un allungamento anomalo del tratto QT all'elettrocardiogramma (ECG), ha suggerito l'opportunità di offrire uno screening ECG universale a tutti i neonati. Il rapporto tecnico della Commissione Nascita della Regione Emilia-Romagna sullo screening per la SIDS, che ha terminato la sua attività nel 2010, conclude che non vi sono sufficienti prove di efficacia per sostenere l'effettuazione di uno screening ECG universale in epoca neonatale. Questa raccomandazione é ancora valida. 

 
 
Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito